Cortona Guide (www.cortonaguide.com)

CORTONA Attrazioni turistiche - Parco Archeologico di Cortona


Cortona può vantare importanti testimonianze del suo passato di lucumonia etrusca, del resto l'origine etrusca della città rimane il fascino più grande di Cortona che ha tesori da vendere e conserva alcuni dei siti archeologici più belli d’Italia, in tutto il territorio si trovano resti di mura ciclopiche, di costruzioni e di tombe monumentali.

Proprio per tutelare e valorizzare questo patrimonio ed allo stesso tempo agevolarne la conoscenza e la fruizione nacque l'idea del Parco e del Museo archeologico di Cortona.

Il nuovo Museo archeologico ubicato a Palazzo Casali verrà inaugurato nel giugno del 2005 e sarà il fulcro del sistema parco e avrà anche la funzione di centro di documentazione, didattica e promozione. L'edificio comprenderà, oltre ai circa mille metri quadrati di nuovo spazio espositivo, anche il già esistente Museo dell'Accademia etrusca; qui troveranno spazio circa 700 pezzi provenienti dal territorio e conservati anche in altre sedi tra cui Firenze. Una delle opere di maggiore rilievo sarà la "Tabula cortonensis", la più lunga iscrizione etrusca mai scoperta. Saranno esposti anche un tratto murario etrusco lungo 15 metri (rinvenuto durante il restauro, che probabilmente serviva a sostenere l'acropoli etrusca) e un’importante iscrizione risalente a 2200 anni fa incisa su una pietra arenaria appartenente alla Tanella Angori, tomba scoperta nel 1951 sulla collina di Cortona. L' incisione è stata trovata in occasione dei saggi stratigrafici che hanno consentito di mettere in luce parte del basamento posteriore. L'iscrizione è formata da tre parole una delle quali è Cusu, il nome di una famiglia assai importante in quel periodo che è citata anche sulla Tabula cortonensis e sulla Tanella di Pitagora, un'altra tomba dello stesso periodo posta anch'essa sulle colline di Cortona.

Il parco archeologico comprenderà 11 siti archeologici e dovrà armonizzare, attraverso percorsi ed opere di valorizzazione, tesori archeologici e bellezze paesaggistiche. I lavori del Parco Archeologico di Cortona sono iniziati alla metà del 2001 e dovrebbero concludersi entro la fine del 2004.

Sia in città che nel territorio sono stati già effettuati ingenti lavori di recupero come le mura etrusche, l’arco a volta di palazzo Cerulli Diligenti, la volta a botte di via Guelfa, la porta Bifora, all’interno del centro storico. Fuori dal centro, sono stati restaurati i Tumuli 1 e 2 del Sodo (detti Meloni 1 e Melone 2 per la forma a cupola), il Tumulo di Camicia, la Tanella Angori e la Tanella di Pitagora, la tomba di Mezzania, la villa romana di Ossaia, le strade romane della montagna cortonese.



SCG Business Consulting S.a.s. di Giacomelli E. & C. - Internet Advertising Division - © 2001-2019 Tutti i diritti riservati - P.IVA 01675690562