Cortona Guide (www.cortonaguide.com)

CORTONA Edifici religiosi - Chiesa di San Benedetto



"... ponendosi in basso di fronte alla chiesa [di San Benedetto (XVIII sec.)], il visitatore si accorgerà subito di trovarsi in uno degli angoli più suggestivi di Cortona: la grazia della piccola chiesa settecentesca a pianta ellittica; la sua posizione rialzata rispetto alla piazzetta sottostante, da cui si gode di una bella veduta sul campanile e sull'abside della chiesa di Sant'Agostino; le rampe e i terrazzamenti di accesso al minuscolo sagrato su cui si apre il portale della chiesa, tutto di elegante squisito disegno ... Tutto contribuisce a creare un vero senso d'incantesimo capace di afferrare anche il turista più distratto." (A.Tafi, "Immagine di Cortona", 1989).

Costruita sul fondamento di una torre etrusca del XIV secolo, passò alla Congregazione dei Preti del Sacramento nel 1422, alla Confraternita di S. Giovanni nel 1552, ai Preti dell'Oratorio nel 1646, agli Scolopi sul principio del sec. XVIII, ai confratelli della Compagnia Laicale di Gesù flagellato e infine alla Piccola Opera della Divina Provvidenza di D. Orione nel 1945.

Venne interamente ricostruita nel 1722 dai Padri Scolopi che nell'occasione le cambiarono la forma da rettangolare a ovale.
Sempre nel XVIII secolo, il fiorentino Taddeo Mazzi ne affrescò la volta rappresentandovi S. Giuseppe Calasanzio orante dinanzi alla Madonna e circondato dagli allievi. Sull'altare maggiore domina la statua di Cristo legato alla colonna. L'altare dedicato a S. Francesco.

Il dipinto "Sant'Anna che appare a san Francesco di sales e san Benedetto", olio su tela di Francesco Conti (1682-1760), di forma centinata in alto, si trovava nella chiesa, da dove probabilmente fu spostato dopo il trasferimento dei padri Scolopi in Sant'Agostino. Tale dipinto Viene citato dal Sernini Cucciatti dopo aver parlato del dipinto dell'altar maggiore: "Cappella laterale in cornu evangelii: quadro rappresentante Sant'Anna in gloria, San Benedetto, e San Francesco di Sales. Opera del medesimo Conti" (G.G.Sernini Cucciatti, Nota dei migliori quadri che trovansi nelle chiese di Cortona, in: Quadri in chiese e luoghi pii di Cortona alla metà del Settecento, ed. Cortona 1982, a cura di P.J.Cardile, p.24).



SCG Business Consulting S.a.s. di Giacomelli E. & C. - Internet Advertising Division - © 2001-2019 Tutti i diritti riservati - P.IVA 01675690562